• IMPLANTOLOGIA

    http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/implantologia-foto-570x380.jpg

    L’impianto endoosseo è una nuova radice del dente mancante. Questa radice artificiale ha la particolare caratteristica di stimolare le cellule ossee ripristinando la funzione delle ossa mascellari ed evitandone l’atrofia. Le protesi dentarie utilizzano l’impianto osteointegrato come sostegno ed “ancoraggio” quando è necessario sostituire uno o più denti mancanti.
    Dal 1986 nel nostro Centro sono stati trattati circa cinquemila pazienti che necessitavano di impianto a causa di edentulismo parziale e totale.
    Per il trattamento di questi pazienti sono stati inseriti più di 14.000 impianti in titanio, secondo la metodica Brånemark, dal nome dell’illustre scienziato svedese che per primo ha scoperto e proposto un protocollo di osteointegrazione implantare. L’evidenza clinica di risultati prevedibili e riproducibili con questi impianti ha costituito storicamente una rivoluzione nell’odontoiatria e nel trattamento dell’edentulismo in particolare.
    Nel nostro Studio vengono proposte soluzioni riabilitative con procedure e materiali innovativi e all’avanguardia nel settore. Per la diagnostica viene utilizzato un tomografo volumetrico New Tom VG a basso dosaggio.

  • //studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-teethhour.jpg

    Attualmente il Dottor Polizzi e gli altri specialisti del gruppo eseguono di routine trattamenti per la sostituzione immediata con impianti (nello stesso giorno o in poche ore) di uno o più denti mancanti.
    Questo trattamento si basa su una pianificazione effettuata al computer che trasforma il pretrattamento virtuale in realtà clinica, fornendo ai pazienti la possibilità di un trattamento molto più preciso, rapido  e minimamente invasivo. Nel nostro Studio, grazie ad un particolare protocollo operativo, è possibile  inserire gli impianti subito dopo le estrazioni consentendo al paziente di avere subito denti fissi e di evitare la fase intermedia provvisoria con protesi removibili.
    Tutto ciò significa per il paziente una notevole riduzione del dolore e del gonfiore postoperatorio, minimo discomfort e solo una breve interruzione dalle normali attività lavorative e di relazione.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/chirurgia-ossea-570x380.jpg

    In molte situazioni la perdita dei denti si associa ad una grave atrofia dei tessuti ossei e dei tessuti molli (per es. nei casi di perdita traumatica dei denti con danno e perdita dell’osso alveolare residuo, o in pazienti portatori di protesi mobili da parecchi anni per aver perso i denti in età giovanile).

    In questi casi diventa a volte necessario rigenerare l’osso mancante con procedure chirurgiche (per es. innesti di osso, split crestali, etc.) effettuate sia preliminarmente all’inserzione implantare sia, quando possibile, contestualmente agli impianti, con riduzione del numero di interventi. In alcuni casi, per migliorare l’aspetto estetico dei restauri dentali e dei tessuti molli atrofizzati, è possibile effettuare innesti di tessuto connettivale gengivale.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2016/10/diagnostica-570x380.jpg

    Lo studio è dotato di un tomografo Cone Bean di ultima generazione che permette l’indagine radiologica volumetrica e, grazie alla maggior capacità di risoluzione dei rivelatori utilizzati, consente di ottenere immagini di qualità con dosi di radiazioni molto inferiori alle tradizionali tac (a parità di volume irradiato da 5 a 20 volte inferiore).

    E’ uno strumento indispensabile per una corretta diagnosi, per la pianificazione di un intervento di chirurgia implantare, ma anche per l’estrazione complessa (chirurgica) di un dente del giudizio.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/sedazione-cosciente-570x380.jpg
    http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-sedazione-cosciente-570x380.jpg

    La sedazione cosciente è una delle tecniche più innovative utilizzate in odontoiatria. Con il termine sedazione cosciente si intende quella condizione indotta farmacologicamente che elimina l’ansia, l’agitazione psicomotoria e Io squilibrio emotivo senza alterare la funzione respiratoria e cognitiva del paziente, che rimane quindi capace di rispondere agli stimoli verbali. Consiste nella somministrazione endovenosa di una benzodiazepina: durante la procedura vengono infusi analgesici, anti-Infiammatori e gastroprotettori.

    Nel corso dell’intervento con la sedazione viene effettuato il monitoraggio continuo delle funzioni vitali da parte del Medico Anestesista: elettrocardiogramma, saturazione di ossigeno, frequenza respiratoria. Questo garantisce elevati standard di sicurezza e la gestione ottimale dei parametri emodinamici e respiratori. Il paziente viene valutato preventivamente dal Medico Anestesista, che fornisce anche indicazioni su quali farmaci, assunti cronicamente, proseguire nel periodo preoperatorio. L’uso della sedazione cosciente è consigliata a tutti quei pazienti che si devono sottoporre ad interventi chirurgici di lunga durata o che soffrono di stati ansiosi o di attacchi di panico.

    E’ una tecnica che rende possibile anche il trattamento di pazienti con disabilità. I vantaggi principali per il paziente sono:

    • ottimale controllo del dolore post-operatorio:
    • riduzione dell’edema (gonfiore del tessuto) nelle prime 24 ore;
    • amnesia intraoperatoria.

    Non ci sono controindicazioni particolari per questa tecnica. Le uniche precauzioni da adottare dopo la sedazione sono le seguenti: astenersi dalla guida di autoveicoli e dall’impiego di macchinari potenzialmente pericolosi, nonché dall’eseguire lavori impegnativi o assumere decisioni legali nelle 24 ore successive.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-riabilitazioni-protesiche-570x380.jpg

    La protesi fissa consente di ricostruire i denti danneggiati. Vengono comunemente chiamate “corone” le protesi su un singolo dente, e “ponti” quelle per la sostituzione di uno o più denti mancanti. Durante la fase di preparazione si dovranno utilizzare delle corone o ponti provvisori in resina per garantire la funzione masticatoria e l’estetica oltre che la protezione dei monconi, il mantenimento dell’igiene e il condizionamento dei tessuti gengivali. Nuove tecnologie ci consentono oggi di ottenere dei manufatti protesici definitivi di elevata qualità estetica con l’utilizzo, ad esempio, di strutture in metallo bianco (zirconio), tanto da renderli indistinguibili dagli elementi naturali.

    Le protesi mobili si differenziano dalle protesi fisse in quanto aderiscono alle gengive in mancanza di tutti i denti di un’arcata (protesi totali) e, nel caso in cui siano presenti alcuni elementi dentari, si appoggiano ad essi e si mantengono stabili grazie ad attacchi o ganci. Le protesi mobili presentano diversi svantaggi: determinano con il tempo un riassorbimento dell’osso, vanno rimosse durante la notte e sono spesso causa di disagi psicologici e di relazione. La difficoltà di adattamento alla protesi mobile è uno dei maggiori motivi che spinge oggi il paziente verso l’implantologia orale.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-paradontale-570x380.jpg

    La malattia parodontale in passato conosciuta con il nome di piorrea, è una delle cause più frequenti della perdita dei denti. Si tratta di un complesso di patologie che possono colpire le strutture di sostegno del dente. Causa fondamentale di queste malattie è la placca batterica.

    Il trattamento, in rapporto alla gravità della malattia, si sviluppa secondo fasi e livelli differenti. La prima fase consiste nella eliminazione del tartaro più superficiale e nell’apprendimento da parte del paziente di una corretta igiene orale; una seconda fase prevedere la rimozione della placca e del tartaro sotto il bordo gengivale (scaling); la terza fase, non sempre necessaria, prevede l’eliminazione con diverse tecniche chirurgiche delle tasche parodontali e dei difetti ossei.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-odontoiatria-estetica-conservativa-570x380.jpg

    L’odontoiatria conservativa tratta la ricostruzione degli elementi dentari cariati o danneggiati da trauma mediante l’utilizzo di materiali compositi che permettono di ripristinare la forma, la funzione e l’estetica del dente. Tali trattamenti vengono eseguiti utilizzando i più moderni materiali ricostruttivi e seguendo fasi di esecuzione ad alta precisione.

    Si eseguono trattamenti di sbiancamento dentale mediante applicazione di perossidi sia in studio che a domicilio, grazie all’utilizzo di mascherine personalizzate, per offrire al paziente la possibilità di migliorare l’aspetto estetico o correggere eventuali difetti nello smalto senza modificare la struttura del dente.

    Intarsi in ceramica o composito: trattasi di sistemi di restauro dentale di un dente nei settori  posteriori alternativi alle tradizionali ricostruzioni o grosse otturazioni, che con estrema precisione  vanno a sostituire la parete danneggiata del dente preservando il più possibile il tessuto dentale sano e restituendo al dente la naturale funzione masticatoria e l’estetica.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/fascette-570x380.jpg

    La faccetta è una sottile lamina in ceramica traslucente che viene cementata sulla parte frontale del dente anteriore. Permette di risolvere problemi estetici, correggere irregolarità, coprire un difetto dello smalto o rivestire un dente scheggiato o danneggiato ritoccando l’elemento dentale solo in superficie. L’elemento dentale viene quindi preservato ed il miglioramento estetico è garantito.
    Nuove tecniche di alta precisione consentono di ridare al sorriso bellezza e naturalità.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-microscopio-570x380.jpg

    Questa branca dell’odontoiatria si occupa del trattamento delle radici dei denti colpiti da carie profonda, fratture o lesioni parodontali che compromettono la vitalità del nervo. Lo scopo è quello di sostituire il nervo nel canale radicolare con un’otturazione stabile ed inerte ottenendo una radice in grado di supportare una ricostruzione conservativa o protesica.

    Oggi la tecnologia che abbiamo a disposizione è di altissimo livello e ci permette, grazie al microscopio operatorio, di eseguire con successo terapie che fino a pochi anni fa non avevano alcuna garanzia di riuscita.
    La combinazione di nuove tecnologie con il perfezionamento delle tecniche (come la chirurgia endodontica) consente di “salvare” la gran parte degli elementi dentari altrimenti destinati ad essere estratti, preservando la loro utilità funzionale ed estetica per ancora moltissimi anni!

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2016/10/pedodonzia-570x380.jpg

    Il trattamento dei bambini in campo odontoiatrico è volto ad offrire al piccolo paziente un corretto sviluppo della dentatura permanente grazie al mantenimento della forma e della funzione dei denti decidui (da latte). Le otturazioni di questi hanno perciò lo scopo di eliminare il dolore da carie (molto diffuse nei bambini che non sempre sono in grado di curare correttamente l’igiene orale) ed inoltre di ricostruire il dente in modo da garantire la funzione masticatoria ed il mantenimento degli spazi anatomici in vista dell’eruzione dei denti permanenti.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-ortodonzia-1-570x380.jpg

    L’ortodonzia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa di procedimenti preventivi, intercettivi e correttivi delle malocclusioni, utilizzando dispositivi funzionali o meccanici (detti comunemente “apparecchi”) al fine di stabilire normali relazioni anatomiche e funzionali dei denti e delle loro occlusione e un soddisfacente aspetto estetico.

    Il trattamento ortodontico varia per tipologia e durata e può, in relazione al difetto da correggere, essere effettuato sia in età pediatrica (durante lo sviluppo) che in età adulta.

  • //www.studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-temp.jpg

    La patologia orale è quella branca della medicina che si occupa delle malattie che possono interessare il cavo orale sia a carico dei tessuti duri che di quelli molli. Le lesioni che possono colpire la mucosa di guancia, palato e lingua non devono essere trascurate in quanto potenzialmente pericolose. Tali lesioni generalmente di natura benigna possono essere sia di origine traumatica (da masticazione, protesi incongrua, denti fratturati) che infiammatoria (virus o batteri). Tra queste le più comuni sono l’herpes, le afte ed il papilloma. E’ bene sapere che anche le lesioni benigne , soprattutto in presenza di fattori di rischio come il fumo o il consumo eccessivo di alcolici, possono trasformarsi nel tempo in lesioni cancerose. Il trattamento tempestivo di queste lesioni e la diagnosi delle forme tumorali iniziali costituiscono l’arma più importante che il professionista ha a disposizione. E’ dimostrato che una diagnosi precoce del carcinoma orale ha una probabilità di guarigione superiore al 90%.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/teeth-in-an-hour-570x380.jpg

    QUESTO SERVIZIO SARA' DISPONIBILE A BREVE

    La Medicina Estetica, da non confondere con la Chirurgia Estetica, è una branca medica finalizzata a migliorare il benessere psicofisico della persona attraverso interventi non invasivi tesi a risolvere un inestetismo del viso.
    Già da tempo i trattamenti estetici sono entrati a far parte dell’attività svolta negli studi dentistici secondo il parere ufficiale della federazione C.A.O. Nazionale con atto normativo vigente (art.2 Legge 24 luglio 1985, n.409) che cita:
    “formano oggetto della professione di odontoiatria le attività inerenti alla diagnosi ed alla terapia delle malattie e anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle mascelle e dei relativi tessuti, nonché alla prevenzione ed alla riabilitazione odontoiatriche”.
    Pertanto l’odontoiatra che oggi si approccia alla medicina estetica vanta una visione strategica chiara e coerente con un obiettivo di miglioramento a più ampio raggio. Partendo dal presupposto che oggi si è condizionati sempre più dalla propria immagine, che il benessere psicofisico è determinato anche dal “bell’essere”, l’approccio al paziente ed alle sue esigenze avviene attraverso una preparazione scientifico pratica seria e specifica.

  • //www.studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/polizzi-igiene-orale.jpg

    Questo settore dell’odontoiatria merita un rilievo particolare in quanto una corretta igiene dentale permette di prevenire l’insorgenza di diverse patologie e di mantenere inalterata nel tempo la situazione di stabilità raggiunta dopo una terapia odontoiatrica.

    Prima di poter effettuare un’accurata diagnosi e di affrontare una qualunque cura è bene che il paziente sia portato in una condizione di buona igiene orale e soprattutto che abbia imparato una corretta tecnica di mantenimento domiciliare.

    Al termine di ogni trattamento il paziente viene inserito in un programma di controllo e mantenimento con sedute di igiene professionale ad intervalli personalizzati in base alle specifiche esigenze ed indicazioni (che varia dai 3 ai 12 mesi)

    I nostri Igienisti sono particolarmente attenti e preparati nel trattamento di pazienti con problematiche parodontali e di pazienti con riabilitazioni mediante impianti endoossei, avendo maturato presso questo studio una considerevole esperienza.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/11/occlusione-dentale-570x380.jpg

    Avvalendosi di uno strumento tecnologico altamente innovativo, i nostri professionisti sono in grado  di effettuare una analisi semplice, rapida e non invasiva dell’occlusione dentale del paziente.

    L’”occlusione dentale” è il contatto che si realizza fra le due arcate superiore ed inferiore quando stringiamo i denti.  Un’occlusione dentale scorretta può influenzare negativamente la masticazione, la deglutizione e la postura, dando origine a problemi dentali, tensioni muscolari, mal di testa, dolori cervicali, problemi articolari e, più in generale, a sensazioni fastidiose nel chiudere la bocca.

    L’Analisi Digitale dell’Occlusione Dentale fornisce informazioni preziose per intraprendere, quando necessario, una terapia correttiva per il raggiungimento delle condizioni ottimali.

  • http://studiodentisticopolizzi.it/wp-content/uploads/2017/10/sala-corsi-didattica-570x380.jpg

    Avvalendoci dell’esperienza dei nostri professionisti e con l’aiuto di docenti esterni, abbiamo sviluppato fin da 1994 un’attività di formazione e aggiornamento odontoiatrico rivolta a medici dentisti, odontoiatri ed igienisti dentali.
    I corsi da noi organizzati sono in prevalenza finalizzati al perfezionamento delle tecniche chirurgiche e protesiche dell’implantologia orale. Si tratta perlopiù di Corsi dove oltre alla lezione teorica il corsista assiste ad una fase “live” seguendo lo svolgimento dell’attività chirurgica e ambulatoriale in diretta grazie ad un collegamento audio e video della sala corsi con la zona operativa. Si organizzano inoltre Corsi di Parodontologia, Incontri formativi per Igienisti, e Serate di approfondimento con relatori di eccellenza nel panorama odontoiatrico.

Richiedi un appuntamento